Devi vendere o acquistare casa con un 'agenzia?

» Bacheca

Alcuni semplici consigli da seguire:

1) Pretendere l’uso di moduli (formulari) depositati in Camera di Commercio, sia per la definizione di un incarico, sia per la sottoscrizione di una proposta. I moduli e/o formulari devono:
- Essere chiari e facilmente comprensibili;
- Contenere gli estremi dell’iscrizione al ruolo del mediatore o della società di mediazione e del suo legale rappresentante;
- Indicare l’oggetto del contratto: proposta d’acquisto, incarico di mediazione ecc.;
- Indicare il nome del proprietario ed il titolo di proprietà;
- Indicare il termine entro cui deve essere redatto l’atto definitivo;
- Essere compilati in tutte le loro parti, barrando quelle non utilizzate.
 
2) Concordare per iscritto l’entità della provvigione. La provvigione è un diritto del mediatore (Art.6 legge 39/89). Diffidare pertanto delle offerte di prestazioni professionali a costo zero perché spesso nascondono prestazioni abusive o, comunque, prive di garanzie per i clienti.
 
3) Definire sempre tutti i dettagli degli accordi fra le parti in forma scritta. In particolare, nel caso di accettazione di proposte, chiederne all’agente immobiliare una conferma scritta.
 
4) Dare l’incarico in esclusiva è una scelta del cliente che da una parte pone restrizioni alla sua libertà contrattuale, ma dall’altra permette all’agenzia di lavorare in modo più professionale ed efficace, accorciando così i tempi di vendita.
 
5) In caso di conferimento incarico, fornire all’agente immobiliare le informazioni utili e necessarie perché questi possa operare con trasparenza e sicurezza nei confronti dei futuri acquirenti/conduttori.
 
6) Ricordarsi assolutamente che le eventuali caparre devono essere intestate al venditore (assegno non trasferibile) e che la provvigione è dovuta al mediatore alla conclusione dell’affare, termine coincidente con la comunicazione dell’avvenuta accettazione della proposta da parte dell’acquirente. In caso, gli importi versati dall’acquirente a titolo di acconto prezzo o caparra confirmatoria non potranno mai essere incassati dall’agente immobiliare, né a titolo di risarcimento danni, né in conto provvigione o quant’altro.